Il Check-Up dell’ azienda

Misurare il benessere e il grado di salute dell’azienda

 Lo sviluppo e il benessere di una nazione passano anche dalla capacità di creare aziende sostenibili in un nuovo contesto economico, in grado di offrire Prodotti/Servizi innovativi e di grandissima qualità, avendo sempre come punto di riferimento la soddisfazione del cliente e una sana gestione economica e finanziaria.

Per misurare lo stato di salute delle aziende, noi di DLM Advisor abbiamo pensato ad un nuovo modello di misura del benessere Aziendale, in grado di offrire una visione più complessiva dell’impresa che sia utile all’imprenditore affinchè possa agevolare il cambiamento qualora ci fossero inefficienze e poter apprezzare e capire l’azienda al di là della valutazione contabile.

Essendo l’impresa, un organismo complesso non composto solo da numeri ma da persone, il Check-up Aziendale è un servizio che aiuta gli imprenditori a guardare l’organizzazione da molteplici prospettive, permettendo di avere un’ idea molto più particolareggiata delle diverse variabili che incidono sui risultati finali.

L’analisi avrà il suo perno sull’approccio Balanced Scorecard, modello che associa diversi indicatori di efficacia, bilanciando le tradizionali misure finanziarie con misure operative legate ad altri fattori come: i processi interni e i modelli organizzativi; il grado di soddisfazione, di apprendimento, di crescita delle risorse umane; il grado di soddisfazione di fidelizzazione e di sviluppo dei clienti.

Eseguito il Check-up offriremo all’ imprenditore un resoconto completo e dettagliato (Diagnosi) e una serie di soluzioni per il cambiamento (Cura) al fine di migliorare e rendere più competitiva la sua impresa.

Inoltre  permetteremo attraverso la misurazione della salute e della continuità aziendale, al revisore e all’imprenditore, di rispettare la prescrizioni dell’art. 2086 2° comma c.c., art. 14 comma 1 D.Lgs. 14/2019 e degli ISA 570 e 210.

 L’Azienda e la gestione del cambiamento

La vita di un’azienda è come la vita di una persona, entrambe attraversano una serie di fasi di cambiamento, alle quali devono continuamente adattarsi. Ci sono cambiamenti fisiologici e prevedibili, ma ci sono anche cambiamenti più radicali, profondamente innovativi in quanto non previsti e, soprattutto, non scelti. Di fronte ai cambiamenti le persone reagiscono in modo molto diverso, ma normalmente mettono in moto tre processi: di adattamento, di apprendimento, di sviluppo.

Anche le aziende, normalmente, si comportano nello stesso modo. Infatti, attraverso l’adattamento si interviene nel breve periodo, con lo scopo di ripristinare una situazione di equilibrio e di stabilità e conservare lo status quo, preservando l’identità originaria. Ma, a volte, l’adattamento necessario è più ampio e richiede la formulazione di nuovi obiettivi, nuove strategie, nuovi comportamenti professionali.

Diventa necessario quindi l’apprendimento, sia come conoscenza del nuovo, sia come riflessione sull’esperienza. Il cambiamento, dunque, è il motore della conoscenza, perché rende possibile la presa di coscienza della nuova situazione e la risposta strategica alla stessa. Lo sviluppo è la risposta positiva al cambiamento, perché non è più semplice reazione (adattamento) e semplice conoscenza (apprendimento) di fronte al nuovo, ma attraverso la proiezione nel futuro la capacità di ricerca, rende possibile la progettualità.

Quindi per agevolare il cambiamento adotteremo il nostro modello di consulenza che nasce dall’idea che, per garantire la costruzione di una solida organizzazione e la creazione di una funzionale cultura aziendale, sia importante un percorso, che grazie ad innovativi servizi (Training – Coaching – Counseling) porti le persone ad avere una alta performance in un clima di benessere.

Inoltre ci occuperemo di coordinare le attività, di incoraggiare a ricercare nuove opzioni comportamentali, soluzioni alternative che si fondano sulla ragione, sulla comprensione logica, su un maggior controllo delle emozioni. L’obiettivo è riuscire a coniugare efficacemente: conoscenze, saperi, abilità specifiche e consapevolezza professionale, per integrare un sistema di persone, processi e tecnologie che proietti l’azienda nel futuro attraverso l’innovazione, in modo che sia allo stesso tempo “snella” e priva di sprechi, quindi Competitiva e Sostenibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *